Via ai negoziati, Erdogan: "E' tempo di risultati concreti" | Mosca: "Non vogliamo usare le armi nucleari"

Via ai negoziati, Erdogan: "E' tempo di risultati concreti" | Mosca: "Non vogliamo usare le armi nucleari"

29/03/2022
Il miliardario russo, che nei giorni scorsi avrebbe subito un tentativo di avvelenamento, ha incontrato il presidente turco Erdogan

 Roman Abramovich ha assistito al discorso del presidente turco Recep Tayyip Erdogan che martedì mattina ha accolto le delegazioni di Russia e Ucraina a Istanbul per la ripresa dei negoziati.


In un video postato sui social dall’agenzia russa Ria Novosti si vede il miliardario russo seduto tra funzionari turchi durante il discorso del presidente. Abramovich avrebbe anche avuto un colloquio con Erdogan.


Lunedì il Wall Street Journal ha diffuso la notizia del presunto avvelenamento di Abramovich che nei giorni scorsi sarebbe stato male con eruzioni cutanee, mal di testa e perdita della vista.

Zelensky si è detto pronto ad accettare lo status di neutralità. Anche Abramovich presente ai colloqui 

Quando il conflitto russo-ucraino arriva al trentaquattresimo giorno, gli occhi sono puntati su Istanbul, dove si tengono colloqui a porte chiuse tra Mosca e Kiev.

 

Erdogan

 dà il via ai negoziati lanciando un appello affinché si arrivi presto "a un risultato concreto". Il 

Cremlino

 ribadisce che non ha "nessuna intenzione di usare armi atomiche". 

Zelensky 

si è detto pronto ad accettare lo status di neutralità. Ai colloqui è presente anche l'oligarca russo Roman Abramovich.

segui in tempo reale su:
https://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/ucraina-trentaquattresimo-giorno-di-guerra-le-notizie-in-tempo-reale_48013488-202202k.shtml